Far dimagrire lo stato

E’ lo slogan scelto da Berlusconi in persona per la “campagna di sensibilizzazione” dei cittadini in favore dell’odiosa manovra economica con cui strozzerà quel poco che resta della vita di molte persone e dei diritti di molte altre.

Avremmo una modesta proposta: giusto l’altro giorno la Giunta per le Elezioni ha deciso che l’articolo 122 della Costituzione, che dice che “Nessuno può appartenere contemporaneamente a un Consiglio o a una Giunta Regionale e ad una delle camere del Parlamento“, per il momento non si applica a 8 deputati ed un senatore tutti appartenenti alla maggioranza.

Con i due con cui è stata più intransigente ha dato tempo altri 30 giorni prima di scegliere a quale carica rinunciare: si tratta di Alessandra Mussolini e del ministro Mara Carfagna che assomma addirittura la carica di ministro, deputato e consigliere della Regione Campania.

Ma ce n’è per tutti: i leghisti Roberto Cota e Gianluca Buonanno sono deputati ma sono stati eletti in Regione Piemonte (Cota ne è il nuovo presidente!), il secondo, tanto per non smentirsi, è anche sindaco di Varallo e assessore a Borgo Sesia. Ma si potrebbe continuare: ce n’è uno anche dalla Liguria: federalismo si, centralismo no! Ma intanto meglio coprirsi le spalle a Roma ladrona nel caso che in Padania non si riesca a succhiare l’osso fino in fondo

La scusa è che, a causa di ricorsi al Tar la loro elezione in regione potrebbe essere annullata ed i poverini, optando per dimettersi dal seggio nazionale, rischierebbero la disoccupazione: di questi tempi non possiamo certo permetterci di aumentare i disoccupati!

Nel frattempo continuano ad essere assenti da una parte oppure dall’altra ma in compenso a percepire le salate indennità per tutte le cariche che occupano e, come non bastasse, a maturare anzianità per le future pensioni dorate. Tanto l’Europa ci obbliga a pareggiare l’età pensionabile per le donne per cui la previdenza sociale avrà modo di recuperare il maltolto da altre tasche!

Non parliamo poi di tutte le cariche in consigli di amministrazione, associazioni culturali, caritative, promozionali; enti, aziende ed assemblee varie distribuite a pioggia su eletti e trombati.

Annunci

2 responses to “Far dimagrire lo stato

  • orazio

    caro franceso, dov’è il problema? in un parlamento che non legifera, ma vota in modo palese, mi meraviglia, che non si faccia via mail (ora è anche certificata!), ma secondo te ghedini fa il deputato o l’avvocato di berlusconi?

    ciao orazio

  • francyval

    Manno: non mi dirai che Ghedini è pure deputato vero?! 😉

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: