I servizi sociali di Mogliano

Chi tra i lettori è socio del Distretto Sociale Coop di Mogliano, conosce certamente le iniziative che ogni anno il Distretto attiva in favore delle realtà locali. Una di queste, certamente la principale dal punto di vista economico, consiste nell’invitare i soci a destinare una parte dei punti accumulati con gli acquisti, per finanziare uno specifico progetto realizzato nel territorio.

Negli anni sono state molte le attività finanziate in questo modo: i soci Coop di Mogliano sono sempre stati pronti a rispondere generosamente alla richiesta riuscendo a finanziare l’acquisto di personal computer per il centro giovani, le iniziative dello sportello arcobaleno e molti altri progetti di forte rilevanza ed impatto sociale.

Anche quest’anno la campagna è stata realizzata con il progetto “Aiutami a crescere” che ha finalizzato i contributi raccolti tra i soci ad un fondo, che sarà gestito dai Servizi Sociali di Mogliano, per il sostegno economico alle famiglie più bisognose con nuovi nati. La proposta, partita da alcuni operatori dei servizi sociali, è stata sostenuta per aiutare famiglie, colpite dalla crisi (disoccupazione, cassa integrazione, genitori singoli…)  in forte difficoltà nell’acquisto di generi di primissima necessità per i figli neonati.

Considerato il fatto che questo intervento è stato attivato per sopperire alla grave carenza di fondi dei Servizi Sociali, che non permetteva di mettere in atto misure di sostegno finanziate dal Comune; considerato che tale grave carenza di fondi risulta immotivata visto che la giunta ha appena celebrato ben 11 milioni di euro di fondi non utilizzati che improvvisamente si rendono disponibili per inutili rotatorie, spritz in piazza agli studenti, debiti delle “cassaforti di famiglia”, finanziamenti alle scuole private parrocchiali e simili amenità. Considerato il fatto che il fondo di 12mila euri messi a disposizione del Distretto Sociale Coop non sarà nelle disponibilità del Comune, ma gestito dagli operatori in maniera trasparente nei confronti del Distretto Sociale stesso.

Considerato tutto ciò, non si capisce quali siano le motivazioni per cui l’assessore Gosetto ha “accolto con enorme soddisfazione i risultati del progetto” che – dice – “ha visto uniti il Comune di Mogliano Veneto e la Coop nel sostegno economico alle famiglie più bisognose” (si veda QUI).

Il progetto non ha visto uniti comune e Coop, ma semmai Coop e Distretto sociale, insieme a tutti i soci che vi hanno contribuito. Il Comune si è limitato a renderlo necessario: evitando di stanziare fondi per il sostegno a queste famiglie ha messo i Servizi Sociali nella condizione di dover elemosinare il contributo dei soci di Coop per garantire la sopravvivenza di bambini appena nati in condizioni di povertà a causa (essenzialmente) della crisi economica!

Facciamo due inviti, di cui certamente almeno uno rimarrà inascoltato:

  1. L’assessore Gosetto realizzi una “Giornata della Vergogna” durante la quale l’intera giunta si cosparga la testa di cenere per aver ridotto i servizi sociali del comune in tali condizioni allo stesso prezzo di un megaschermo per le partite dei mondiali e di un invito all’alcoolismo ai giovani maturandi!
  2. Il Distretto Sociale Coop vigili attentamente su come e da chi saranno utilizzati i soldi stanziati dai soci: non vorremmo che servissero a giustificare ulteriori tagli ai servizi sociali per il prossimo futuro

Naturalmente sull’attenzione e la serietà del Distretto Sociale Coop di Mogliano non abbiamo il minimo dubbio!

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: