A che ci serve la destra con una “sinistra” così?!

“A parole, la Fiom vuole difendere la dignità dei lavoratori. Io mi chiedo dove sia la dignità di un lavoratore quando questi si ritrova cassaintegrato o disoccupato […] Una simile presa di posizione nel Veneto e in tutto il Nord sarebbe semplicemente impensabile, improponibile. Nel nostro sistema produttivo, infatti, i lavoratori dipendenti concorrono ai rischi di impresa come gli imprenditori, ognuno per la sua parte ed esiste un atteggiamento di corresponsabilità che qui, da tempo, è sentito come un valore: è esattamente quello che chiede la Fiat agli operai di Pomigliano, perché solo in questa ottica l’azienda può tornare a competere”.

Si tratta della presa di posizione del Consigliere Diego Bottacin, tratta direttamente dal suo sito web, quindi auto-certificata! Non è che ci stiamo inventando delle balle noi per partito preso.

Non soddisfatto continua con “Il caso Fiom-Fiat ha portato alla luce alcune delle ultime resistenze conservatrici di un sistema di relazioni sindacali superato dalla storia, che non può sopravvivere nel mercato contemporaneo. Sono convinto che la vittoria dei Sì sarà netta e costituirà un segnale importante per tutte le regioni del Sud”.

Effettivamente le “resistenze conservatrici” di chi non intende rinunciare alle garanzie costituzionali, oltre che ai diritti legali ed alla vita, sembrano proprio superate dalla storia, che auspica piuttosto un ritorno allo schiavismo in una forma “politically correct”: pescando direttamente tra i cittadini piuttosto che nel mercato estero.

Ed il “mercato contemporaneo” dopo aver mostrato la sua faccia migliore in occasione della attuale crisi economica, ha certamente ancora molto da insegnare a questi irriducibili conservatori condannati dalla storia all’oblio perpetuo o ad essere ricordati al più come residui preistorici, sorta di fossili viventi.

In compenso il consigliere Bottacin, osservando nella sua sfera di cristallo, deve aver subìto gli effetti della caotica nebbia del principio di indeterminazione visto che afferma di essere “convinto che la vittoria dei Sì sarà netta“. Evidentemente gli operaiosauri non sono ancora estinti visto che oltre il 36% dei ricattati (pardon: votanti!) si è espresso per reinviare al mittente l’ “atteggiamento di corresponsabilità”.

Giusto per informazione, al consigliere Bottacin ci permettiamo di far presente che “una simile presa di posizione nel Veneto e in tutto il Nord sarebbe semplicemente impensabile, improponibile” perchè con la piccola impresa ed il controllo diretto e paternalistico del padrone sui lavoratori, un referendum sarebbe improponibile; le aziende sono state de-sindacalizzate da tempo e molti lavoratori hanno depositato una lettera di dimissioni in bianco all’atto dell’assunzione. Tanto è vero che per delocalizzare in Romania le aziende venete non hanno certo perso tempo a trattare.

Il fatto è che allora (quando hanno delocalizzato) il mercato del lavoro Veneto era fiorente e la maggior parte degli operai potevano fregarsene e cercare un altro impiego. Vediamo che accadrà quando il “modello pomigliano” verrà applicato anche da noi, perchè sul fatto che ci proveranno noi non abbiamo alcun dubbio!

Forse allora la resistenza dei lavoratori veneti avrà modo di far ricredere il consigliere Bottacin? Oppure verranno tacciati di rappresentare anche loro le ultime resistenze conservatrici superate dalla storia e dal libero mercato? Nel caso ci avvisi per tempo: tanto vale tenerci Sacconi!

Annunci

One response to “A che ci serve la destra con una “sinistra” così?!

  • Riccardo Del Todesco

    Queste cose, che ho letto sul sito dell’ex Sindaco di Mogliano, sembrano scritte da un politico di destra. Gli ho inviato una mail per manifestargli il mio disappunto. Io ho 26 anni e potrei essere figlio di Bottacin. Nonostante ciò mi sento orgogliosamente parte di quel gruppo di “fossili di Sinistra” che difendono lo Statuto dei Lavoratori e l’operato encomiabile del sindacato Fiom-Cgil. A presto, Riccardo

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: