Via i gazebo dei partiti dalla piazza!

Quanto rompe le palle sentir parlare di politica eh?!

Leggiamo per il momento solo le locandine della Tribuna di Treviso, dove campeggia la dichiarazione del sindaco Azzolini che da il titolo a questo post: proprio lui, il ludico sindaco, quello delle piste di pattinaggio, dei concerti rock (16.588 euri del Comune per XProg), delle cene con comici (non si trova la convenzione nell’albo, in compenso una esilarante dichiarazione di Copparoni: “Il connubio tra arte culinaria e arte comica ci permetterà di valorizzare il centro storico moglianese che merita di essere maggiormente conosciuto“), della chiusura al traffico dei 30 metri da via Gris a via degli Alpini, delle gare nazionali di ciclismo che bloccano Mogliano senza avvisare nessuno, dei maxi schermi per guardare le partite di calcio, degli spritz offerti ai diplomandi, dei mercatini artigianali, eccetera eccetera.

Sempre a spese del comune, che non si può permettere altri interventi sulla cultura visto che usa i capitoli dedicati per attività tra le più varie (quelle elencate sopra sono degli esempi) purchè non abbiano nulla a che vedere con concetti come approfondimento, discussione, democrazia, analisi, sapere, studio, libri (salvo quello di Gentilini!).

Le associazioni che a Mogliano promuovono cultura, dall’Amministrazione ricevono un bollino, definito pateticamente “patrocinio”, ed un “Grazie come siete bravi!” e nulla di più: pensate che pagano la tassa di affissione per le locandine con cui annunciano gli eventi, persino quando il sindaco poi si pavoneggia nella conferenza stampa organizzata per lanciarli, cercando di attribuirsene il merito!

Bene (anzi: male!) proprio lui adesso tuona contro i gazebo dei partiti in piazza, piazza che evidentemente deve diventare solo luogo di acquisti e di svago: pane e giochi, come abbiamo avuto modo di dire altrova, anzi: consumismo e giochi!

Azzolini  ha dimostrato anche in altre occasioni di non aver particolare occhio di riguardo per la storia (si veda ad esempio la proposta dell’Inno del Piave per la festa della Resistenza!), ma proviamo lo stesso a citare Wikipedia per ricordare che “nell’antica Grecia la piazza, che si chiamava Agorà, era oltre il ‘centro’ del potere religioso e commerciale della città soprattutto il luogo simbolo della democrazia del paese, tant’è che vi si riuniva l’assemblea della polis per parlare di politica.” Così nasce la piazza: nasce insieme alla democrazia come spazio fisico e simbolico dello scambio culturale, politico E commerciale; i primi due e poi il terzo: non il contrario!

Parlare di politica… O forse il nostro ludico sindaco questa lezione dalla storia l’ha imparata benissimo? Talmente bene che magari ritiene che essere l’unico a “parlare di politica” in piazza gli permetterebbe di far passare le sue fumose quanto ballerine opinioni come la verità dei fatti…

Lo sapete, piuttosto, che il comune pretende dai partiti che montano il loro gazebo in piazza, il pagamento del plateatico? Esattamente come per i banchi del mercato o i chioschi di alcoolici che circondano le manifestazioni organizzate dal sindaco. Con la differenza che banchi e chioschi pagano l’occupazione dello spazio pubblico fatta per guadagnare soldi; i partiti pagano l’occupazione dello spazio pubblico fatta per parlare con le persone e portare tra la gente le proprie iniziative, proteste ed attività, ovvero per dare sostanza alla democrazia.

Lunedì vedremo di approfondire le dichiarazioni del sindaco, per il momento le delibere a cui dovrebbero fare riferimento i titoli non appaiono nell’albo pretorio del comune (non in quello online almeno) quindi rimaniamo sui titoli. Rimaniamoci con il beneficio del dubbio per affermare che chi pensa che non si possa parlare di politica in piazza non dovrebbe avere diritto di parlare di politica, ed ancor meno di amministrarla.

Non possiamo ancora dirci certi che questa sia la posizione di Azzolini, ma nel caso….

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: