Leggere…

“Gli dissi che un primo ministro, o capo del Governo […] era un essere totalmente privo di gioia e di dolore, di amore e odio, di pietà e ferocia; o, perlomeno, non da sfogo ad altra passione che non sia una violenta cupidigia di danaro, di potere e di onori. Egli si serve delle parole per tutto, fuorché per esprimere il suo pensiero, non dice mai una verità se non con l’intenzione che venga presa per una menzogna, né una menzogna se non col preciso intento che sia presa per una verità […] il peggior segno che si possa avere da lui è una promessa, specialmente quando è rafforzata da un giuramento. […]
Questi ministri, avendo a disposizione tutte le cariche, si mantengono al potere corrompendo la maggioranza di un Parlamento o di un Gran Consiglio; e infine, mediante un espediente chiamato legge dell’immunità  […], si sottraggono alla resa dei conti

Jonathan Swift – I viaggi di Gulliver, 1726
Parte IV – Viaggio nel paese degli Huyhnhnm – Cap. VI
Trad. di Ugo Déttore

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: