Ha da passa’ a nuttata…

Ci siamo attenuti oggi all’appello della FNSI per il silenzio stampa anche sui blog. La cosa ci è venuta spontanea per un verso e ci è costata d’altra parte: tacere per protestare contro il silenzio imposto, qualcuno ha detto, è come la storia del marito che si castra per far dispetto alla moglie. Ma, malgrado i tentennamenti abbiamo resistito: speriamo sia valso a qualcosa, anche se non riusciamo a nutrire soverchie speranze in proposito.

Crediamo (credo) che agli italiani interessi molto di più sapere quale sia l’ultimo flirt di X Y o l’amante segreto di Z; interessi di più potersi lamentare che piove (governo ladro!) o che “è tutto  un magna magna”, ma quando c’era lui i treni erano in orario. Intanto chi il potere ce l’ha se lo tiene ben stretto e fa in modo che nessun altro possa guastargli la festa. Chi lo circonda gode di luce riflessa, si accontenta delle briciole che cadono dalla tavola del padrone. Chi circonda questi ultimi si masturba di fronte ad un favore: sia un contratto, una raccomandazione, un regalo. E tutti siamo qui: pendendo dalle labbra del nostro duce che ci ama e decide per il bene di tutti noi.

A che ci servono i giornali?! A che cosa la televisione se non fanno realities su tutti i canali?! E dove li fanno si ostinano ad interromperli ogni tanto con i telegiornali…. Finché è la pubblicità la sopporto, ma il telegiornale… Parlano sempre di cose brutte! Fortuna che da quando c’è Minzolini l’Italia è migliorata: non succede più nulla di grave a parte le iniziative di pochi giudici comunisti (secondo me clandestini) e le infiltrazioni dei terribili “antagonisticisivi” nei cortei degli aquilani che andavano a rendere grazie a Berlusconi per le splendide case con lavatrice, lavastoviglie e pure frigo con tanto di torta e bottiglia in omaggio!

Anzi guarda: adesso che la crisi ormai è passata mi compro a rate (tanto pago dal 2011 senza anticipo!) la TiVù treddì con il sensarraund ed il cinemascop e il diggitale (che non ho capito se è il telecomando da dita…) terrestre, con l’ardisc che così mi registro le puntate che fanno di notte e poi le metto in divudì, mi chiudo in casa e mi guardo Amici tutto il dì: peccato che è finito il Grande Fratello perchè io per queste cose letterarie c’ho proprio la pruderì: sarà che ho fatto le scuole alte….

Come ha scritto il poeta e writer Ivan Tresoldi: Ognuno merita il regime che sopporta” 

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: