Ritrovare i propri nonni

nell’archivio del Casellario Politico Fascista può essere una scoperta, una riscoperta o magari solo una conferma. Questa notizia ci era sfuggita e ne siamo venuti a conoscenza grazie a GIAP il più volte citato blog dei Wu Ming.

Riportiamo il breve articolo di Repubblica (pagine di Bologna) citato dai Wu Ming:

E il popolo on line va alla ricerca dei nonni antifascisti
(da “La Repubblica”, sezione BOLOGNA, 13 ottobre 2010, pagina 17)

CON un semplice clic si può fare un viaggio nella memoria, rovistando tra i faldoni che raccolgono i nomi di tutte quelle persone che erano considerate nemiche dal regime fascista. Oltre 50mila nomi schedati come antifascisti nel Casellario Politico Centrale (CPC), consultabile in rete nel sito dell’Archivio di Stato. A togliere la polvere da questo archivio sconosciuto (on line dal 2006) è stato il collettivo di scrittori bolognese dei Wu Ming con un link lanciato qualche settimana fa dal loro profilo di Twitter. Con un rapidissimo passaparola che ha fatto il giro dei social network, il popolo della rete si è appassionato e anche commosso nella ricerca di un proprio nonno o parente etichettato per sempre come oppositore del regime. Nel CPC sono archiviati nominativi delle persone considerate pericolose per l’ordine pubblico, a partire dal 1894 ma va da sé che il servizio fu potenziato durante il fascismo, per un totale di 158mila nomi. La schedatura è di fatto la copertina di ogni fascicolo del CPC e comprende i dati anagrafici, l’ appartenenza politica – si era marchiati come anarchico, socialista, comunista o repubblicano – il mestiere e le annotazioni di quali provvedimenti furono presi a seguito della segnalazione. Affinando la ricerca, si scopre che nella provincia di Bologna, territorio da sempre antifascista, sono nati 4637 antifascisti, che vi abitavano 3425 (nati e residenti 2798), di cui 89 donne, 20 di Bologna città, spesso denunciate e radiate per offese al capo dello stato. La soffitta virtuale nella quale cercare tracce di parenti è www.archivi.beniculturali.it/ACS/cpcindex.html, aprendo il cassetto “ricerca”. – GIORGIA OLIVIERI

Ed aggiungiamo il link ad una pagina del blog LaStoriaLeStorie dove potete trovare le istruzioni per la consultazione.

Buona ricerca!

PS (del 20/10/2010): può essere interessante anche andare alla ricerca degli antenati vantati da coloro che adesso dichiarano finita l’era delle contrapposizioni. Tutti dicono di avere il massimo rispetto perchè il loro nonno era….

Annunci

One response to “Ritrovare i propri nonni

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: