Gli ultracorpi non invadono gratis

Stavamo sfrugugliando nell’Albo Pretorio (online) del Comune di Mogliano: ogni tanto lo facciamo a caccia di qualche notizia e, più di una volta, la nostra caccia è risultata fruttuosa.

Questa volta ci siamo imbattuti nella delibera di giunta che autorizza la concessione del patrocinio del Comune a “Edizioni Anordest s.r.l.” per la presentazione del libro dello scrittore moglianese Angelo Tumino di cui si è a lungo dibattuto in questo blog, in sala e sulla stampa quotidiana. Per la verità siamo andati a leggerla solo per curiosità, ma ficcare il naso è risultato utile: abbiamo scoperto una cosa strana….

Nella delibera di giunta non viene concesso solo il patrocinio (che non si nega a nessuno!) e l’uso gratuito della sala del Centro Sociale (anche questa una concessione normale), ma anche un contributo di 720 euri a titolo di compartecipazione rimborso spese, da imputare nel capitolo 9155 articolo 135 ‘Contributi ad associazioni sul territorio’“.

In primis fa sinceramente strano che una Società a responsabilità limitata (Srl) per giunta di Villorba, possa ricevere un contributo “ad associazioni sul territorio” non trovate?! Non è un’associazione, non è di Mogliano… Insomma: non sappiamo bene come sia definita questa voce di bilancio, ma vista così pare un po’ tirata, converrete con noi. Eppure la delibera riceve parere favorevole dal vice segretario comunale Roberto Comis nella sua qualità di Responsabile del Servizio Finanziario, e dichiarata immediatamente eseguibile
Con tante associazioni moglianesi che, grazie al loro lavoro volontario fanno cose egregie e non vedono un centesimo dal comune…

Ma se si trattasse solo di questo potremmo passare per i soliti komunisti polemici, che stanno lì a fare pelo e contropelo ad ogni decisione della giunta solo perchè monocolore leghista… Ah: che sia un monocolore leghista non è una nostra fissa:  cito il capogruppo dei Giovani per Mogliano che dice “se avere sindaco e vicesindaco della Lega Nord significa che a Mogliano c’è una giunta monocolore, allora ci ritireremo e andremo a proporre una verifica” (la Tribuna di Treviso del 21/11/2010 a proposito dell’SPL).

Il fatto è che nelle premesse della delibera si dice che si decide di “concedere il patrocinio richiesto e autorizzare – dato atto che al pubblico presente verrà consegnata gratuitamente una copia del libro – l’erogazione di un contributo massimo e comunque compatibile con le effettive disponibilità di bilancio anno 2010 di euro 720,00=”.
Considerate che fino al 5 dicembre p.v. la delibera è esposta nell’Albo Pretorio (Registro albo: 1405; Data documento: 21-10-2010; Numero atto: 328; Inizio pubblicazione: 19-11-2010; Fine pubblicazione: 05-12-2010) e direttamente scaricabile dalla versione online di questa vetrina semplicemente cliccando qui. (visto che alla scadenza della pubblicazione il documento non sarebbe più accessibile ne abbiamo scaricato una copia che potete vedere qui: Copia locale della delibera). Insomma non pretendiamo che vi fidiate: potete controllare con i vostri occhi.

Il Comune di Mogliano paga la distribuzione gratuita di un libro ai cittadini che partecipano alla presentazione?! Insomma: mica molto corretto, trattandosi di fatto di un’operazione di marketing della casa editrice già il patrocinio non è che fosse totalmente giustificato, ma poteva passare, ma l’acquisto di copie decisamente no!
Inoltre il prezzo di copertina del libro è pari a 13 euri, normalmente per acquisti di grandi numeri (e qui parliamo addirittura di un contributo ad un’offerta gratuita!) le case editrici fanno uno sconto almeno del 30% e dunque scendiamo a circa 9 euri, quindi il contributo del comune paga ben 80 copie, trattandosi di un contributo alla casa editrice dovrebbe coprire.. diciamo un 50% delle spese?! E quindi altre 80 copie dovrebbero  metterle loro che fanno 160 copie da distribuire gratuitamente… Peccato che in sala ci fossero al massimo una trentina di persone!

Ma non finisce qui.

Noi alla presentazione c’eravamo e posso garantirvi che nessuno ci ha offerto una copia gratuita del libro! Anzi: una compagna ha deciso di prenderlo per tagliare la testa al toro visto che ci accusavano di posizioni preconcette senza nemmeno averlo letto. Bene: per sicurezza le ho appena fatto un SMS per averne conferma: lo ha pagato!

Ma allora ci chiediamo se quei soldi alla fine siano stati effettivamente erogati oppure se, colta da scrupoli vista la dura contestazione che avevamo mosso, la casa editrice vi abbia rinunciato… Ma, se sono stati erogati, che fine hanno fatto?!

Annunci

8 responses to “Gli ultracorpi non invadono gratis

  • marina

    E io quest’estate mi tagliavo da sola i depliant perchè il comune era in bolletta? E litigavo con la SIAE perchè non avevo abbastanza soldi per l’anticipo? ahi ahi signora Longari mi è caduta sul Tummino!

  • Marina del CCM

    Caro Francesco, ho appena inviato alla segreteria del sindaco, oltre che alla sezione cultura, la segnalazione che non ho ricevuto copia gratuita del libro durante la presentazione. Sarebbe interessante che tutte le persone presenti quella sera che leggono il blog inviassero la stessa segnalazione all’Amministrazione Comunale.
    Spero di ricevere presto la risposta (richiesta ufficialmente), non vorrei dover arrivare a chiedere aiuto a “La Tribuna” e a “Il Gazzettino” che tanto contributo mediatico hanno dato all’evento.
    Ti terrò informato sugli sviluppi.
    Per il momento buon proseguimento!

  • marina

    Dagli sms di questa sera scambiati con Copparoni allego la versione ufficiale:

    la delibera in questione riguarda 2 interventi fatti dalle edizioni a nord est. Non solo quella di Tumino, ma anche un’altra all’hotel La Meridiana in cui era stato invitato il cantante Mango.
    I 720 euro son serviti per ospitare mango e non per la presentazione di Tumino. La delibera è stata fatta dopo le 2 presentazioni e da questo è derivato il malinteso.
    marina

    • francyval

      Mi spiace, ma la “versione ufficiale” non spiega nulla: come ho citato nel post la delibera parla espressamente ed esclusivamente della presentazione del libro di Tumino ed in maniera altrettanto esplicita giustifica il contributo adducendo la distribuzione gratuita del libro al pubblico presente. Basta leggerla per avere evidenza della cosa: fino al 5 dicembre è disponibile nell’albo pretorio online e già da ora in copia dall’articolo.
      Ho già rilevato che, se anche questa distribuzione ci fosse stata (e non c’è stata!) non avrebbe giustificato un contributo del comune: da quando in qua il comune acquista – di fatto questo sarebbe stato l’esito! – copie di un libro per distribuirle gratuitamente ai cittadini selezionandoli poi in base alla presenza o meno ad un evento di un privato?!
      Aggiungo che, proprio perchè la delibera è stata fatta in ritardo (il che tra l’altro non credo sia una colpa!) se le motivvazioni fossero state altre ci sarebbe stato tutto il tempo necessario per declinarle correttamente. Inoltre, anche se il contributo venisse giustificato per un secondo evento (di cui nella delibera non c’è traccia!) non si capisce perchè il comune dovrebbe farsi carico dei costi legati alla presenza di un testimonial il cui unico fine è quello di attrarre l’attenzione di potenziali acquirenti e dunque di effettuare una pura operazione di marketing.
      No: sinceramente mi spiace e mi auguro che le giustificazioni che tu adduci nascano da un fraintendimento nelle comunicazioni, perchè se così non fosse questo “arrampicarsi sugli specchi” apparirebbe ancora più grave in quanto suggerirebbe che ci sia sotto qualcosa da nascondere!
      Penso che la misura più seria che possa essere presa (e tra l’altro l’unica) sia deliberare un ritiro del finanziamento adducendo come motivazione la mancata distribuzione delle copie gratuite e, magari, i costi già sostenuti per l’inutile e ridicolo schieramento di forze dell’ordine che si sono annoiate alla presentazione.
      Qualsiasi altra misura sarebbe quasi certamente inappropriata

      • marina

        manco non conoscessi Giorgio! Mi allineo alla tua posizione sulla distribuzione gratis dei libri, se è scritto così dev’essere fatto, mi allineo anche sul fatto che sono contraria ai patrocinii ai privati. Credo invece che sia in linea con un amministrazione pasticciona descrivere un contributo per un evento invece di un altro. Credo fosse una questione di tempistica perchè Mango è venuto in maggio.
        http://www.comune.mogliano-veneto.tv.it/index.php/component/content/article/1-news-prima-pagina-mogliano/366-presentazione-del-libro-di-carlo-de-bei-qchiodoq.html

        Speriamo entro l’estate di risolvere la questione dei patrocinii perchè tra un po’ non lo richiedo più nemmeno io!

      • GIANNI

        Mi scusi, ma il ridicolo spiegameto di forze lo avete causato voi, come ho già accenato qualche minuto fa nel blog principale dedicato al “caso Tumino”.
        Siete voi debitori nei confronti del comune!!!!

        grazie, Gianni M.

      • francyval

        O bella: stai a vedere che tra un po’ sarà a causa nostra anche se l’asta delle quote Molius è andata deserta e se SPL sfiora il fallimento! Be’: consideri che se quel “debitori” deve essere inteso in senso letterale qui non c’è trippa per gatti:_ non risaneranno certo il buco di bilancio di questa amministrazione grazie all’estinzione del nostro “debito”! 😉

  • Sugli ultracorpi non me la dice giusta! « ComunistiMogliano

    […] Bortoluzzi, Roberto Zago, Mario Fenso, Filippo Donadel) ha presentato una interpellanza, nata sull’onda di una nostra campagna, per sapere in base a quali criteri siano stati assegnati alla casa Editrice Anordest S.r.l. ben […]

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: