Glocality: pensa globale ed agisci localmente

Siamo stati presenti ieri – domenica 10 gennaio – alla manifestazione indetta dal gruppo di ragazzi e ragazze che si batte per tenere aperto e vivo il Centro Giovani di Mogliano a dispetto della ragionieristica totale mancanza di prospettiva politica che segna i comportamenti e le scelte dell’amministrazione Azzolini.

Ha fatto piacere respirare l’aria fresca che questi giovani sono riusciti a smuovere attorno alle ingessate ed un po’ stantie liturgie della politica moglianese.
Ha fatto piacere ritrovare tanti esponenti dell’associazionismo moglianese, ovvero di quella parte di società civile che, operando in prima persona, combatte più e meglio i timori e l’egoistico rinchiudersi nel privato del proprio orticello che caratterizzano negativamente la nostra società in questi anni.
Ha fatto anche piacere ritrovare alcuni esponenti della “politica-politicante” moglianese e notare come il confine tra l’esserci ed il non esserci sia passato in maniera piuttosto precisa sulla stessa demarcazione che, a nostro parere, passa tra la sinistra ed “il resto del mondo”. Forse segnali di questo genere sarebbero da cogliere anche quando si parla di convergenze programmatiche, affinità o alleanze: non crediamo sia un caso se, al di là delle dichiarazioni di solidarietà trasversali a buona parte dell’opposizione, qualche forza ha ritenuto evidenziare la propria presenza qualificata, mentre altre semplicemente non c’erano.
Non si tratta – si badi bene! – di tentare di “mettere il cappello” ad un movimento o cavalcarne l’onda: ma di condividerne lo spirito ed appoggiarne le rivendicazioni, non solo rispettando l’ autonomia ideativa, progettuale e decisionale di questi ragazzi e ragazze; ma anche cercando di trarne gli stimoli e le idee che offrono al resto della società, e di farne tesoro: motore di novità.

Questi giovani sanno cosa vogliono, hanno chiari i propri diritti, i propri doveri ed anche i propri limiti; sono partecipi del movimento più ampio che attraversa le scuole, le università, il mondo del lavoro e la società; riportano quello stesso spirito rivendicativo e progettuale che attraversa l’Europa e non solo (si pensi all’Algeria ed alla Tunisia) anche nella piccola e misconosciuta realtà locale. Non cadono nella trappola leghista della contrapposizione tra il proprio orticello o campanile ed il resto del mondo: si battono per la loro piccola ma importante realtà, vedendola ed intendendola come integrata ed interconnessa nel contesto più ampio del diritto al futuro.

In questo modo, pur non riconoscendosi (necessariamente) in sigle, liste o carismi vari, fanno politica: nel senso più vero e puro di rifiuto dello status quo e creazione di un progetto condiviso per un mondo (e una Mogliano) migliore. In questo senso, pur senza nessuna necessità di legami formali, ci sentiamo vicini a loro e corresponsabili per il loro futuro.

Questi giovani hanno diritto di parola, di progetto e di ascolto: hanno il diritto di prendere in mano la loro condizione e di gestirla in prima persona. Hanno diritto all’attenzione ed al rispetto da parte di chi governa e di chi si propone di farlo in futuro, ma anche da parte dei cittadini che sulla scelta delle amministrazioni dovranno prima o poi pronunciarsi.

Anche per questo diritto all’attenzione segnaliamo che hanno indetto, per martedì 18 gennaio alle ore 21.00 presso il Centro Giovani (Parco Primavera, dietro le piscine di via Barbiero), una assemblea pubblica aperta a tutti i soggetti che intendano contribuire ed ascoltare.
La discussione ruoterà attorno ad una semplice ma cruciale domanda “Quale futuro per il Centro Giovani?” vertendo su “Esperienze a confronto che hanno portato alla costruzione dello spazio”.
Naturalmente noi non mancheremo ed invitiamo tutti a partecipare

Annunci

5 responses to “Glocality: pensa globale ed agisci localmente

  • marina

    Purtroppo non condivido tutto. Io non ho potuto essere presente perchè ero impegnata con lo spettacolo alla pista del ghiaccio, quindi non posso dare un giudizio su come si è svolta la manifestazione pacifica. Posso dire alcune perplessità che ho espresso da subito anche a Perillo.
    1. Cooperativa Caracol, è ormai assodato che l’amministrazione non ha intenzione di rinnovare alcunchè con la cooperativa. Quindi si dovranno cercare altri soggetti per portare avanti gli stessi progetti.

    2. Io non sono riuscita a capire dove sono finiti le centinaia di migliaia di euro che hanno dati ai progetti, tu che fai sempre le pulci a tutti i conti dell’amministrazione magari riesci a farti dare un minimo di riassuntivo. Per pagare il personale, e i corsi ne basta la metà e cmq adesso non si sa dove trovare nemmeno quelli.

    3. sulla gestione del centro giovani ci sono state alcune “leggerezze” e lo dico a ragion veduta, quelle volte che l’ho usato mi sono sparite cose ( alcune costose, altre meno), non venivano rispettate alcune regole elementari come chiudere la porta a chiave durante le sessioni di prove musicali, così che poteva entrare chiunque al centro di notte, e i concerti estivi non erano certo esenti da droghe e ubriacature varie……

    Diversa l’ultima edizione del summer nite festival, magari fossero state tutte così ci sarebbero meno problemi.

    • francyval

      No so se e quanto tu condivida, ma scusami se ti rispondo che la cosa non mi sposta di un millimetro nelle valutazioni che ho espresso e continuerò ad esprimere.
      Cerco di risponderti per punti ed anche in maniera succinta.

      1) Che la decisione della giunta sia ormai definita non è certo un mistero: misterioso è invece dove stia il seppur minimo barlume di intelligenza che guida questa ed altre decisioni! Che si cerchino altri soggetti è chiaro: come minimo la battaglia dovrà essere sulla scelta dei soggetti stessi e sui criteri usati per farla. Inoltre non ci rispiarmieremo certo nel far le pulci al modo ed alla spesa: mi sa che questa amministrazione intende cambiare soggetti, ma non certo rendere più trasparente o ragionevole il modo di spendere i soldi: non lo ha fatto fino ad ora e non credo certo che inizierà da oggi!

      2) Sui soldi spesi mi pare chiaro che non vi sia nessuna intenzione di rendere trasparenti quelle cifre. Si fa di tutt’erba un fascio mescolando affitti, trasferimenti alle associazioni, contributi per iniziative, premi per concorsi e così via anzichè detagliare le singole voci di spesa ed i criteri con cui sono state decise ed elargite. Questo si chiama intorbidire le acque (a casa mia almeno) per far passare con menzogne (anche nascondere la verità è mentire!) una linea che è tutto fuorchè ragionevole

      3) Sugli eventi specifici non entro nel merito non conoscendoli abbastanza. Ma se q1ua<lche ragazzo che si fa una canna o si ubriaca diviene motivo sufficiente per pretendere di mettere sotto tutela (o peggio scacciare!) i giovani che di quel centro sono fruitori, significa che siamo all'imbarbarimento. Non solo, ma se l'alcool diviene metro di misura della serietà delle iniziative penso che questa giunta dovrebbe fare le valige prima di subito visti i trascorsi e l'attualità!

      Credo sia meglio mantenere il discorso su un piano differente….

      • marina

        Continuo a dissentire. Quando usi un patrimonio comune ne sei responsabile dell’utilizzo e dell’immagine che lo stesso da alla comunità

      • francyval

        Prima applichiamo questo principio a Molius, SPL, il Gris, ecc e poi sarò disponibile a fare le pulci a come i ragazzi si prendevano cura del C.G.
        Comunque sia la cura che ne ha avuto l’amministrazione è stata vergognosa: ho organizzato qualche evento lì dentro e chi ci entrava si spaventava per lo stato di incuria in cui versava!

  • Mens nana in corpore sano « ComunistiMogliano

    […] da parte della cooperativa che svolge attività con e per i giovani. Abbiamo preso posizione, informato, partecipato a dibattiti ed […]

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: