Dimenticarsi della Memoria

Ricordate che qualche tempo fa avevamo rilevato come la stizza del sindaco per le notizie di stampa in merito all’assenza di iniziative del comune per la Giornata della Memoria fosse tuttaltro che giustificata? Se non lo ricordate non importa: c’è una Memoria molto più importante di una normale memoria e potete sempre rivedere al cosa nel nostro articolo.

Quello che invece non fatichereste a fare – ammesso che ne abbiate qualche motivo che noi non vediamo! – è contestare la validità della delibera con cui l’Amministrazione approva retroattivamente il programma per la Giornata della Memoria. Perchè tale delibera sia valida deve essere appesa all’albo (e/o pubblicata sull’albo “virtuale” del Comune dove noi l’abbiamo reperita), per 15 giorni senza che insorgano contestazioni in merito: se ne aveste, sappiate che vi resta tempo ancora fino a venerdì per esprimerle, dopo di che non ci potrete più fare nulla ed il programma per la Giornata della Memoria, che si celebrava il 27 gennaio 2011, sarà ufficiale.

Già, perchè la delibera che approva il programma per la Giornata della Memoria viene approvata in Giunta il 28 gennaio 2011 e pubblicata all’Albo Pretorio il 10 febbraio 2011, quindi c’è tempo fino al 25 febbraio, dopo di che risulterà formalmente esecutiva; a parte l’immediata esecutività attribuitale (e ci mancherebbe!) dalla Giunta al momento del voto.

In realtà qualche motivo per contestarla ci sarebbe: non ci riferiamo certo all’importanza della ricorrenza o al fatto di darle giusto rilievo; ma piuttosto alla improbabile cadenza temporale che l’affligge ed ai tempi dei verbi. Come potete facilmente riscontrare di persona, scaricando la delibera, la seduta della Giunta convocata alle 8.30 viene ufficialmente aperta alle 14.30 ed il 28 gennaio 2011 si dice testualmente che “il giorno 27 gennaio 2011 ricorre la Giornata della Memoria“.

Insomma varrebbe la pena contestarla solo perchè avrebbero almeno potuto pudicamente ammettere che ricorreva la Giornata della Memoria! E si noti che la news nella quale il sindaco accusa la stampa di gettargli fango è del 26 gennaio alle 15.18, ovvero due giorni tondi prima dell’approvazione della delibera e più o meno contemporanea alla firma sulla stessa del responsabile dell’ufficio che esprime il preventivo parere tecnico favorevole. Come dire che ha atteso di sapere che era riuscito a scapolarla in extremis prima di inalberarsi contro la stampa e l’opposizione.

Non faremo certamente contestazioni in merito, visto che già la memoria a Mogliano è risultata assai carente. O meglio: non fosse stato per il prezioso lavoro delle associazioni di volontariato riunite al Centro Giovani, del tutto assente. Ma ricordiamoci che chi non è memore del proprio passato è destinato a riprodurne gli errori.

Annunci

2 responses to “Dimenticarsi della Memoria

  • Marina del CCM

    Grazie Francesco per la pazienza e precisione che hai nel cesellare la critica attenta e continua all’operato di Sindaco e Giunta. Ai più sembreranno particolari da poco, ma sono fondamentali per smascherare, per chi ancora non la vedesse palesemente, la malafede di questa amministrazione.
    Chissà che di fronte all’evidenza…mah!
    continua e resisti

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: