Per fortuna c’è il partito del SI!

Perchè se ci si dovesse basare su di noi, partito del NO, dove andremmo a finire?!

Il sindaco Azzolini, noto esponente del partito del SI, diffonde il suo verbo, come di consueto tramite il sito istituzionale del Comune, scambiato per un organo di partito dal quale lanciare – novello Zeus dal suo Olimpo – gli strali di una furente polemica nei confronti dell’opposizione, per l’occasione impersonata (l’opposizione) dal consigliere Bortoluzzi e dal signor Civelli. E quanto a strali non si fa certo pregare “Sono pericolosi per la nostra Mogliano. Sembrano vivere su Marte. Ci accusano di voler aprire centri commerciali ? Abbiamo semplicemente autorizzato all’ ex Nigi, in cambio di un milione e mezzo di euro, una struttura commerciale di 2500 mq

Innanzitutto ci corregge l’udito: noi (ma eravamo solo parte del pubblico esterno) avevamo inteso che le concessioni commerciali erano due: ciascuna da 2.500 mq, e che, con un semplice atto, potranno essere raddoppiate entro quattro anni, ovvero più o meno il tempo necessario a lanciare sul mercato il primo stralcio. Alla fine dunque – secondo il nostro udito impreciso e la nostra patente malafede – si avrebbe concesso 10mila mq di area commerciale, sebbene suddivisa in quattro lotti in quanto, per una tale superfice, sarebbero necessarie autorizzazioni di ben altro livello.

In cambio però viene fornita una rotonda che, dicono, varrebbe 1,5 milioni di euri. Bene: questo significa circa 150 auro al mq. Considerando che l’area è stata probabilmente acquisita al prezzo di un terreno industriale (per giunta a lungo abbandonato) viene da pensare che questo sovrapprezzo sia tuttaltro che un sacrificio per chi vi farà poi affari.

Ma non basta. Ve lo immaginate voi un centro commerciale di tal fatta che, non potendo affacciarsi direttamente sul Terraglio (le Belle Arti sono un attimo più rigide dell’amministrazione moglianese!), ed avendo la ferrovia alle spalle, veicoli tutto il traffico in entrata ed in uscita attraverso uno stretto svincolo che da sul Terraglio?! Probabilmente, se vuole attrarre un poo’ di flusso di auto, ben cariche di acquirenti, avrà bisogno di una rotonda che, smaltendo il traffico, eviti che i potenziali clienti siano messi in fuga dal terrore di restare imbottigliati. Dunque viene da dire che la rotonda è nell’interesse più del centro commerciale che di Mogliano….

Eh no – tuona il sindaco del SI – la rotonda serve per completare la tangenziale nord che abbiamo avuto grazie alla fiorente sinergia Azzolini – Muraro – Zaia! Tangenziale che gli permetterà finalmente di chiudere al traffico i 10 metri di centro città che servono per tenere aperta la pista di pattinaggio tutto l’anno, e magari per far convergere su questo centro commerciale (ma non è un centro commerciale: solo quattro lotti contigui!) tutto il traffico proveniente da Casale, Marcon Quarto d’Altino, ecc. ecc. Mica male come scelta per un centro comerciale (e ridanghete: quattro lotti commerciali contigui) vero?! Chissà quanto pagherebbero in molti per poterci mettere le mani sopra ad una torta di questo genere?!

Insomma: noi del tristo partito del NO non capiamo proprio una fava di gestione della mobilità, protezione del territorio (che tanto ci pensano le Belle Arti) e nemmeno di politiche economiche e commerciali!

Sul territorio vigila la Sopraintendenza alle Belle Arti che, ci fa presente il sindaco, “ha già autorizzato il progetto del grande architetto Toni Follina“. Che pare che sia lo stesso architetto che ha realizzato il progetto della faraonica sede della Provincia di Treviso o dell’isola della Pescheria Vecchia nel comune di Treviso. Nulla da eccepire sulla sua arte: ci mancherebbe! QUI potete  trovare una sua breve scheda.

Quanto alle politiche economiche noi tapini del NO siam proprio mal presi: vecchi, superati, stantii! Almeno a giudicare dalle rivelazioni portate in aula dal sindaco stesso durante la seduta del Consiglio Comunale che ha approvato, con maggioranza risicata ma forte del supporto dell’opposizione di destra, il mandato a firmare.
Azzolini infatti ci ha illuminato con i dati delle ricerche più recenti: “tutti gli studi di settore – ha detto – dimostrano che un centro commerciale (pardon: quattro concessioni commerciali contigue) a ridosso del centro del paese, non solo non danneggia i commercianti, ma al contrario aumentando il flusso dei potenziali acquirenti, migliora i loro affari!

Bene: saranno contenti i commercianti di Mogliano! O almeno saranno contente le banche che stanno soppiantando tutta l’attività commerciale del centro e non solo, visto che per comprare ci vogliono i soldi, i conti correnti, le carte di credito, i bancomat, i fidi, i prestititi e tutto l’ambaradan di strumenti finanziari.

Pensate un po’ quanti piccioni con una sola fava commerciale (OPS! Quattro piccole fave contigue): una rotonda, dieci metri di piazza disponibile per la pista, tutto il traffico che sparisce, e perfino il problema del depauperamento commerciale del centro che si risolve così: con un miracolo del partito del SI!

Annunci

One response to “Per fortuna c’è il partito del SI!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: