L’ombra delle ombre sul governo ombra

A sentire la stampa, corre voce a Mogliano che sia nato un “Governo Ombra” dell’opposizione di centro – sinistra. Perbacco: è strano che, in quanto parte integrante del coordinamento nato tra le liste dell’opposizione di centro – sinistra di Mogliano noi non ce ne siamo mai accorti!

Appena lette le uscite di Gazzettino e Tribuna mi sono affrettato ad un rapido sondaggio: “Ne sapevi nulla tu?”. Solo per scoprire – quasi con rammarico aggiungerei! – che nessuno dei responsabili dei partiti che dovrebbero averlo costituito ne era informato: tutti all’oscuro proprio come noi! Poi iniziano a piovere le prime smentite ufficiali a rafforzare i sondaggi informali. Insomma: questo governo è così ombra da risultare meno visibile di un gruppo clandestino; l’Ombra che cammina praticamente, per chi, come me, è abbastanza maturo da ricordare i fumetti dell’Uomo Mascherato.

Viene da dire che queste voci siano frutto di qualche ombra di troppo che porta a vedere ombre dove ci sono solo cose fatte alla luce del sole.

Però attribuire al gomito (alzare il…) ciò che appartiene di diritto all’orecchio (le “voci che circolano“) pare un po’ eccessivo, e non solo dal punto di vista anatomico! Ed allora vien da dire che, se le voci circolano, qualcuno le deve pur avere messe in moto: ma chi e con quali obiettivi?!

Cui prodest? Non di sicuro al centro – sinistra che si vede attribuite alleanze che non ci sono ed attività che non svolge (e ne facciamo molta di attività comuni come avrete avuto modo di vedere!). Non credo nemmeno a coloro ai quali è stato attribuito il ruolo di fantomatici alleati: quella Lista Giovani che ha recentemente divorziato dalla giunta divenuta un monocolore leghista di fatto.

Quello che fa strano è che il Gazzettino, dopo aver di fatto ignorato a lungo la contestazione dei genitori nei confronti dei tagli sui servizi scolastici, arrivato poi a bollarla addirittura come “Assalto al municipio“, all’improvviso decida di rivalutarla attribuendo addirittura al CGD Moglianese (Coordinamento Genitori Democratici) il merito di aver stimolato la costituzione di un governo ombra dell’opposizione. Non trovate anche voi che sia uno sviluppo con un percorso quantomeno insolito?!

Ma forse il percorso appare meno misterioso se lo vediamo così. La protesta viene inizialmente silenziata, o almeno ci si prova cercando di fare in modo che la voce non circoli. Poi viene bollata come frutto di esagitati estremisti. Infine ci si accorge che si tratta di un movimento trasversale che coinvolge elettori di tutti i partiti (di maggioranza e di opposizione) accomunati da una battaglia contro tagli insostenibili. Arrivati a questa conclusione non resta che indebolirla: da una parte facendo finda di andare incontro alle richieste dei genitori (come è accaduto nella riunione con i loro rappresentanti) e e dall’altra con il classico dividi et impera più volte sperimentato dal sindaco Azzolini nelle sue schermaglie.

Come dividere? Semplice: facciamo circolare la voce che si tratti di una manovra dell’opposizione per colpire la giunta ed in questo modo stacchiamo dalla protesta chi non è alla ricerca di un cambio di maggioranza.

Chissà se i 20mila euri frettolosamente investiti dal sindaco nella “Comunicazione istituzionale” sono tornati utili anche per mettere in circolazione queste voci, in quella che comunemente viene definita in maniera colorita come “Radio spritz“?! Come dire che dopo i servizi segreti deviati sul piano nazionale potremmo assistere all’avvento della Comunicazione Istituzionale deviata?!

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: