Quando si dice l’attenzione ai giovani ed alla cultura!

Ricavo dall’Albo Pretorio online del Comune di Mogliano Veneto, la delibera di giunta che concede il patrocinio del comune al Summer Nite Love Festival, iniziativa estiva dell’associazione di ragazzi che faceva riferimento al Centro Giovani che quest’anno ha visto anche la collaborazione della S.O.M.S. di Mogliano e del Circolo Galilei per l’organizzazione dell’interessante (ed affollatissimo) incontro con Gian Antonio Stella nella serata inaugurale del festival.

Da notare il fatto che, a differenza degli anni scorsi, quest’anno il festival è stato interamente finanziato dai ragazzi stessi mediante iniziative di raccolta di fondi svolte in preparazione dell’evento e raccogliendo il supporto di alcuni sponsor.

La delibera risponde alla richiesta dell’associazione di concedere “il  patrocinio  dell’Amministrazione  Comunale […] viene richiesto, inoltre, l’esenzione dal pagamento della tassa di  occupazione  di  suolo  pubblico,  dello  smaltimento  di  rifiuti  e  della  fornitura  di  corrente elettrica“.

Ma come risponde?

Preso atto che l’iniziativa dell’Associazione ha per scopo la promozione e la diffusione delle attività culturali in genere, musicali, artistiche; si rivolge a tutta la cittadinanza senza preclusioni per alcuno; non presenta fini di lucro essendo l’accesso alla manifestazione gratuito” delibera “Di  concedere […]  il  solo  patrocinio  dell’Amministrazione Comunale all’Associazione Nite Park Family“.

Ho dovuto ricontrollarla più volte per essere certo che non mi fosse sfuggito qualcosa, ma è proprio così: il solo patrocinio significa che non solo il comune non mette il becco di un quattrino per sostenere l’iniziativa, non solo non aiuta nelle spese vive (corrente elettrica e smaltimento rifiuti) che sarebbe pure comprensibile (anche se non condivisibile!) nel contesto di pauperizzazione a cui ci ha condotto questa amministrazione! Ma pretende anche che il festival paghi la tassa per l’occupazione di luogo pubblico ovvero un puro tributo che non deriva da nessun genere di onere che pesi sulle casse comunali.

In pratica le politiche giovanili dell’attuale amministrazione sono queste: se volete fare qualcosa dovete pagare il pizzo; però con il patrocinio dell’amministrazione!

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: