La scoperta dell’acqua calda

Traggo da il Gazzettino di oggi, mercoledì 5 ottobre 2011:

«Il Centro Giovani di Mogliano? Una palestra per raid vandalici, devastazioni e bivacchi notturni». Non passa giorno che non venga segnalato qualche nuovo raid da parte di gruppi di giovani responsabili del degrado della struttura pubblica realizzata nel 2008 nell’area del parco di via Barbiero e costata alle casse comunali 1 milione 300 mila euro circa. «Il sindaco Giovanni Azzolini – dicono i residenti della zona – dovrebbe prendere la decisione di chiudere il Centro Giovani per motivi di sicurezza e di decoro urbano. Nelle ore serali e nutturne si radunano gruppetti di giovani che si abbandonano ad ogni genere di atti vandalici. Alcune sere fa sono stati accesi anche dei fuochi, infrante decine di bottiglie, imbrattati i muti e divelte alcune strutture del Centro. Sono questi i motivi che tengono lontana la gente dal frequentare il parco di via Barbiero». Il degrado è sotto gli occhi delle gente. Durante l’estate c’era stata un po’ di tregua con le serate musicali “Summer Nite Live Festival” organizzate dall’associazione Nitepark, formata gruppi giovanili che si battono per la riapertura e l’autogestione del Centro Giovani. Riapertura al momento molto improbabile in quanto i raid vandali messi a segno da bande di giovani senza scrupoli hanno creato ingenti danni alle strutture.

Finalmente tutti si accorgono che fintanto che il Centro Giovani era tale (ovvero usato e frequentato dai giovani!) aveva la sua funzione ed essendo popolato spesso fino a tarda ora era anche protetto dall’abbandono: vandalismo ma non solo, anche la mancata manutenzione negli ultimi anni che ha causato danni consistenti con infiltrazioni d’acqua e problemi agli impianti.

L’attuale amministrazione però ha deciso che il costo dell’utilizzo da parte dei giovani moglianesi era eccessivo: meglio chiudere tutto e cacciare i ragazzi che possono sempre ritrovarsi in qualche bar! Adesso si scopre che i danni (ed insistiamo: non tutti causati dal vandalismo!) sono tali da richiede cifre enormi per un recupero: probabilmente molto maggiori di quanto sarebbe costato mantenerlo attivo! Del resto la specialità in cui s’è distinta questa amministrazione è stata quella di portare al fallimento ed alla svendita l’intero patrimonio comunale:  verde, urbanistico, societario e perfino sociale e culturale!

Non tema però il Gazzettino: la riapertura del Centro Giovani è molto improbabile, ma non tanto (o non solo) per i danni accumulati, ma soprattutto per la protervia della giunta decisa a chiudere quello spazio ed azzittire le molte iniziative dei ragazzi di Mogliano.
Se non fosse stato per la testardaggine di questi ragazzi e la loro buona volontà, del resto, quest’anno anche il “Summer Nite Love Festival” non avrebbe avuto luogo (e con esso la temporanea tregua estiva agli atti vandalici) visto che l’amministrazione l’ha autorizzato obtorto collo e negando qualsiasi tipo di finanziament0!

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: