Stato di polizia

Il 30 dicembre, di venerdì, ben 80 ispettori dell’Agenzia delle Entrate sono andati alla ricerca di evasori fiscali in quel di Cortina d’Ampezzo.

Chissà poi perchè mai verificare, proprio lì, chi siano i proprietari delle rare auto di lusso parcheggiate intorno allo struscio, oppure chi siano i clienti degli alberghi con caterve di stelle che organizzano veglioni e cene di capodanno a prezzi da 13esima di operaio (a coperto).

Chissà poi perchè andare a verificare se l’incasso registrato in presenza degli ispettori sia anche solo lontanamente paragonabile a quello degli altri giorni. Oppure come negli altri casi catalogati in questo periodo, improvvisamente, come per miracolo, tenda a raddoppiare.

Chissà mai perchè rompere i c…ni proprio il 30 dicembre che per Cortina è giorno di lavoro intenso: con tanti cassaintegrati che non c’hanno un cazzo da fare in giro devono andare ad infastidire proprio i VIP che strusciano e gli albergatori che li albergano, i somelier che li abbeverano, gli chef che li nutrono, i boutiquers che li vestono….

E poi insomma: se un povero nullatenente non può andarsene in giro con l’auto da 100mila euri che generaosamente gli mette a disposizione una qualche società lussemburghese (o nostrana) senza che ci sia un ispettore che subito si segna la targa, allora siamo proprio in uno stato di polizia!

Ovvio che poi se ne andranno a sciare in Svizzera… O inizieranno a spargere neve artificiale alle Cayman!

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: