Ma vaffanculo!

Ovvero: sfogo antipolitico di uno che alla politica ci crede ancora


Sono lì, solo e sfigato al caldo davanti alla COOP a volantinare per informare dell’assemblea sul PAT che abbiamo organizzato. Una signora guarda il volantino, senza toccarlo ma con aria interessata, ma poi mi risponde un “No, grazie” e fa per andarsene. “Signora, si parla del PAT che deciderà le sorti del territorio di Mogliano: non le interessa?” “Si, ma ho visto la sfilza sotto e mi viene la nausea: siete tutti uguali!

La sfilza sotto è quella dei simboli dei 5 partiti che costituiscono il coordinamento del Centrosinistra moglianese: gli organizzatori dell’assemblea. Ovvero noi: che dedichiamo le sere per capire cosa vada fatto, le notti a prepararlo ed i weekend a volantinare ed informare; salvo poi essere lì sul palco quella sera a spiegare, illustrare e discutere mettendoci la faccia… E non guadagandoci nulla.
Giuro che ho faticato a resistere ma ce l’ho fatta, sono stato zitto, ma adesso approfitto di questo spazio per uno sfogo!

“Siete tutti uguali” CHI?!

Guardi signora che io la mia laurea l’ho presa a Padova, studiando e pure lavorando per pesare il meno possibile sui miei; non in Albania comprata dal partito!
Guardi che io è tutta la vita che lavoro, e la politica la faccio la sera nel caso delle riunioni, oppure la notte – dopo aver cenato, lavato i piatti e messo a letto il figlio non senza avergli letto qualcosa – se devo studiare documenti o preparare un progetto o qualche intervento o scrivere un post come questo!
Guardi che mi sbatto a lavorare con associazioni e comitati anche se poi viene fuori qualche stronzo ad accusarmi di farlo perchè teleguidato da altri e/o per guadagnarmi la mia “carega”. Che poi che cazzo dovrei farmene di quella carega oltre a sbattermi per cercare di far andare meglio Mogliano non si capisce bene.

Tutti uguali chi a chi?! Tutti uguali a quel piazzista miliardario che lei, ed altri milioni come lei, hanno messo al governo perchè aveva una squadra di calcio che ha vinto il campionato o era raccomandato dagli stessi testimonials che le garantivano che quel detersivo era la miglior invenzione umana dell’ultimo millennio?!

Tutti uguali a chi?! A quelli che vi promettevano che la Padania fuori dall’Italia avrebbe abolito le tasse e vi avrebbe fatto vivere ricchi e felici senza lavorare e scambiando i prodotti fatti dagli schiavi extracomunitari con la Germania?!

Tutti uguali a chi signora?! A lei ed a tutti quelli come lei che  se ne sbattono di tutto ciò che accade fuori dalla recinzione del loro giardino a meno che non gli dia fastidio?! E nel caso gli dia fastidio poco importa se si tratta di uno che sta morendo o del figlio dei vicini che fa una festa: a quel punto i politici dovrebbe intervenire per ripristinare il loro porco orticello disturbato! E se non lo fanno: sono tutti uguali!
Tutti uguali a quelli che hanno votato un sindaco perchè era simpatico il disegno con la scopa in mano senza nemmeno sapere qual’era la sua proposta oppure con quale partito si presentava?! Mi dica signora: quanti programmi elettorali aveva letto prima di votare alle ultime elezioni a cui ha partecipato?
Quelli che “tanto è tutto un magna magna” mentre intestano la seconda casa alla moglie, la terza al figlio e quella al mare alla suocera moribonda?!

Che ne sa lei signora della politica, signora?! Ha mai ascoltato un telegiornale o letto un giornale che non parlasse dell’ultima siliconata del Grande Fratello? Ha mai fatto uno sciopero per difendere il suo posto di lavoro: a vederla non si direbbe…. A chi cazzo sta dicendo “siete tutti uguali“: a me?!

Uguale sarà lei, uguali saranno quelli che questa classe dirigente l’hanno voluta, votata e sopportata fino ad ora salvo poi lamentarsi che “sono tutti uguali“. Oh: li avete messi lì voi e voi ve ne siete battuti quando facevano le scelte di merda contro le quali io ed altri ci battevamo mentre voi ci schifavate passando distanti perchè sono “i soliti comunisti”

Siamo tutti uguali? Va bene signora: faccia pure a meno di ascoltarci ed anche di votarci. Anzi: per cortesia se mai le venisse il dubbio: non ci voti proprio! Anzi guardi: mi domando chi me la faccia fare di sbattermi le sere e le notti per cercare delle soluzioni e delle alternative per quelli come lei, per quelli che “siete tutti uguali”.

Ma vaffanculo!

Annunci

2 responses to “Ma vaffanculo!

  • Maurizio Beggio

    condivido dalla prima all’ultima frase!!! e rafforzo il VAFFACULO!!!

  • Marina CCM

    Vorrei aggiungere alla lista degli “Uguale a chi?” quelli che “ma tanto non serve a niente”: non serve a niente sbattersi per preparare assemblee, volantini, manifesti, non serve a niente scioperare, non serve a niente essere in piazza tutte le domeniche, raccogliere le firme e magari ottenere un referendum per mantenere l’acqua pubblica, non serve a niente andare a votare e perdere una giornata al mare.
    A tutti quelli che “tanto non serve a niente, sono tutti uguali”, tutti insieme: ma VAFFANCULO!!!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: