Dietro

Oggi ero alla “riunione tecnica” (così è stata definita un’infuocata assemblea nella quale i genitori moglianesi hanno rovesciato tutta la loro sfiducia e stanchezza) nella quale è stato fatto il punto sulle nuove modalità di pagamento della refezione scolastica.

Al tavolo dei relatori il Direttore di una Mo.Se. ormai formalmente venduta ai privati ed una dipendente dell’Ufficio Pubblica Istruzione del comune. Dico la verità: ho provato pena per i due poveretti sottoposti ad unn fuoco di fila di domande e proteste da parte di di una platea infuriata. Le persone ovviamente se la prendevano con chi avevano di fronte, con chi ha dovuto assumersi le responsabilità.

Certo: il sig. Cadamuro è il direttore di Mo.Se.: se le cose non funzionano la responsabilità è sua, questo è il motivo per cui è pagato. Solo che chi pensi in quali condizioni operative è stata costretta Mo.Se. nell’ultimo anno sa che lui risponde giustamente delle responsabilità del suo ruolo, ma contemporaneamente sa che non avrebbe avuto alternative.

A Mo.Se. sono state tolte improvvisamente le sovvenzioni pubbliche, i contratti con il comune, da poco la refezione dell’Istituto Gris. IL contributo che manteneva contenuti i costi della refezione scolastica è stato eliminato e Mo.Se. è stata accusata di avere costi eccessivi e costretta a tagliarli del 20% circa immediatamente con la prospettiva della riduzione di un altro 40% entro un anno.

Ovviamente questo s’è tradotto in riduzioni del personale e degli orari con conseguente peggioramento del servizio, ed in riduzione della qualità del cibo con conseguente aumento della rabbia dei genitori costretti a pagare molto per ottenere poco e male.

Colpa di Mo.Se.? Avrò di certo le sue responsabilità. Ma quando i rappresentanti dei genitori hanno chiesto (anche con una petizione sottoscritta da più di mille cittadini) di poter intervenire nella gestione tramite un comitato tecnico che concordasse dove e come tagliare i costi, a Mo.Se. è stato impedito, dall’Amministrazione Comunale e dal suo Consiglio di Amministrazione composto da uomini di fiducia del sindaco (come da lui stesso dichiarato), di trattare con i genitori. E’ stato loro imposto di fare il muso duro e tirare dritto sulla linea imposta.

In altre parole la Lega ed il sindaco dott. Giovanni Azzolini hanno messo in ginocchio Mo.Se., contrapponendola alla sacrosanta protesta dei genitori, si stanno preparando a venderla per due soldi con una gara di cui tutti conoscono già il vincitore da più di un anno.

Tutto questo ci pare un gioco sporco: stanno manovrando sui pasti dei nostri figli, sulle spalle di coloro che non riescono a pagare il buono mensa e sulla pelle dei lavoratori di Mo.Se.

Ma questo l’avevamo già detto; oggi c’è una cosa da aggiungere: a questa riunione non c’era nessuno dell’Amministrazione Comunale, nessuno a parlare di precise scelte politiche di cui si assumono la responsabilità; nessuno a spiegare perchè.

Meglio restare dietro

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: