La crème de la crème

E così Luca Cordero di Montezemolo (e si noti la “di” minuscola, nobiliare!) sbarca a Mogliano. E da par suo non poteva non riunire la crème de la crème della società moglianese: chi avesse visto l’articolo sulla Tribuna di ieri non può non aver notato lo sfoggio della lista di personalità della politica, dell’imprenditoria, del volontariato e perfino della ricerca universitaria!

Purtroppo non ho potuto partecipare all’incontro indetto sul tema della Città Metropolitana, e me ne dispiace sinceramente per due motivi:

  1. mi interessa il discorso: la prima proposta formale di abbandonare Treviso per Venezia è partita proprio da questo blog
  2. in sovrappiù ci avrei sinceramente tenuto a vedere all’opera  il loro modus operandi: «Vogliamo sostenere il progetto anche dal basso» ha spiegato il presidente di Italia Futura Mogliano, Angelo Brunello «ispirandoci ai principi della democrazia partecipata e radicandoci nel territorio»

Non poteva mancare l’immarcescibile ex sindaco – ed ex consigliere regionale del PD, ex fondatore di Verso Nord con Galan… – Diego Bottacin: che annusa dove tira l’aria con un olfatto estremamente selettivo. Si aggiunge anche Roberto Zago con la sua lista civica (che lo segue in toto?): consigliere comunale ed ex candidato sindaco della coalizione Mogliano Volta Pagina – PD alle scorse elezioni.

Mica scherzano questi di Italia Futura: mai partecipato a nessuna elezione e possono già annoverare almeno un consigliere regionale ed uno comunale; così senza colpo ferire! Chi te la fa fare di presentarti alle elezioni quando puoi raccogliere i tuoi rappresentanti a destra e a manca?!

Per il momento più a manca, ma non è ancora detta l’ultima parola… Io, fossi al posto loro, un paio di altri candidati da sondare ce li avrei qui a Mogliano: per il momento ci andranno cauti, ma sarei pronto a scommettere almeno su un nome quando sarà l’ora giusta per piazzare le natiche.

Intanto abbiamo capito cos’è la democrazia partecipativa: io ti eleggo e poi tu vai a rappresentare chi vuoi quando vuoi. E’ contrapposta alla democrazia rappresentativa dove se io ti ho eletto tu dovresti rappresentare le mie posizioni.

E’ anche definita “libertà di coscienza degli eletti” e qui certo di eletti (e non solo nel senso di vincitori di elezioni) non ne mancano vista la sfilata di ex cariche proposta nell’articolo! Immagino – a margine – che non avranno difficoltà a finanziare le attività del circolo: beati loro!

Comunque sia chiaro: qui non si rappresenta, ci si radica nel territorio e si partecipa!

Annunci

One response to “La crème de la crème

  • MarinaF

    Certo che tra un po’ a Mogliano per fare politica partendo dalla partecipazione bisognerà contendersi i cittadini, tante sono ormai le iniziative attivate da partiti, movimenti, comitati, ecc.
    Peccato che poi a qualsiasi iniziativa partecipino sempre i soliti “quattro gatti” (rossi, neri o bigi che siano).
    Non è che, anche con la crème de la crème, si finirà di nuovo immersi nella “cioccolata”?

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: