Archivi del mese: febbraio 2013

Oh perbacco: e chi le avrà incassate?!

Televideo RAI di oggi 28 febbraio 2013, ore 11.18

Tangenti, arrestato ad della Mantovani
La Guardia di Finanza di Venezia ha arrestato Piergiorgio Baita, amministratore delegato della Mantovani, impresa di costruzioni tra le più importanti del Nordest.
L’arresto è avvenuto nell’ambito di un’inchiesta della magistratura veneziana su tangenti. La Mantovani è presente nelle principali opere come il Passante di Mestre e il Mose di Venezia.
Altre 4 persone sono state arrestate, 20 gli indagati e numerose le perquisizioni tra Padova, Venezia, Bologna e Lecco.

Annunci

Senza commenti

Risultati Mogliano tabella

Dal link è possibile scaricare la tabella che sulla pagina risulta decisamente poco visibile. Per ora non c’è stato il tempo, la forza (e forse nemmeno la voglia!) per sviluppare qualche ragionamento. Ci limitiamo a fornire i dati.

Nelle prime due colonne i dati di queste elezioni, quindi il confronto (per le forze politiche per cui era possibile) con le Regionali del 2010 e con le Provinciali del 2011. I totali in fondo si riferiscono ai voti validi registrati (escluse schede bianche e nulle).


Voto utile

Voto Utile!

Voto Utile!


Tra l’ignoranza e l’imbecillità

Mi spiace, ma non posso sopportare la deriva populista ed antipolitica che l’Italia sta subendo. Sono convinto che sia effetto di una ignoranza galoppante che domina le menti degli italiani ed impedisce loro di analizzare, capire, proporre.

Faccio politica da molti anni. Non ghignate: non ho mai avuto ne mai chiesto qualsivoglia ruolo pagato di rappresentanza. Per me la politica è battermi per diritti e giustizia (che io considero tali) con le persone. Fremo ogni volta che sento dire che “i politici sono tutti uguali”. Uguali a chi?! Non è per caso, che il problema di fondo sia che sono uguali a chi li vota, ovvero a tutti noi?

E’ facilissimo attaccare chi fa politica. Ovvio che per tutti noi quelli “dell’altra parte” sono incompetenti, immeritevoli, nominati, ecc. ecc. Poi è sufficiente che uno “dalla nostra parte” non difenda un mio interesse specifico ed ecco che diventano “tutti uguali”. A questo punto ha gioco facile chi fa politica accusando i politici di essere la causa di tutti i mali: ciascuno può vedere “l’altra parte” e facilmente assentire. Molti possono veder sacrificato un loro interesse da parte di chi hanno votato ed assentire nuovamente. Ed ecco creata una maggioranza (o una forte minoranza) pronta ad affidarsi al nuovo moralizzatore che diverrà il rappresentante del prossimo futuro da condannare al prossimo cambio di vento.

Nessuno di costoro è più onesto o più pulito di chi li rappresenta: “chi è senza peccato scagli la prima pietra” dicevano; ma qui le pietre fioccano mentre si guardano solo peccati selezionati; e ben evidenziati da futuri politici che hanno tutto l’interesse a liberarsi degli attuali.

Soprattutto non sopporto chi dice “tutti i politici mi fanno schifo per cui non voto”, come se si potesse pensare di lasciare la società ingovernata! Non ti fidi? Fai bene: tieni gli occhi addosso ai tuoi rappresentanti perché non sgarrino! Non ti basta? Scendi in campo, proponi le tue idee, convinci abbastanza persone e cerca di dimostrare che è possibile fare meglio: magari chiedendo che ti tengano gli occhi addosso per impedirti di sgarrare!

Ma se non facciamo, non controlliamo e nemmeno decidiamo: stiamo solo spianando la strada per tutti coloro che vorranno decidere al posto nostro, senza nessun controllo e agevolati dalla mancanza di decisioni altrui. E’ già successo molte volte nella storia, ma purtroppo pare che l’uomo sia incapace di far tesoro dei suoi errori.


Magari fosse!

Per Berlusconi, la sinistra “è un’armata brancaleone cattiva e spietata che ci sottometterebbe

(televideo RAI 22/02/2013 ore 10.02)


Quello che la TV non dice…

A proposito del vergognoso spot in cui due “fratelli d’italia” (ma fratelli de che?!) invitano a votare con il cuore e non con il culo è che uno dei due idioti (così definiti dalla loro capa ex ministra Meloni) è il presidente di Veneto Innovazione; agenzia regionale che costa cifre iperboliche per innovare pochino se non proprio per nulla.

Si tratta di Raffaele Zanon, di cui questa mattina un presidio di Rivoluzione Civile ha chiesto le dimissioni


Più chiaro di così….

Prendiamo solo un brevissimo passaggio dal nuovo lungo post apparso su GIAP! con il titolo “Consigli per riconoscere la destra sotto qualunque maschera“. Si tratta di fatto di una raccolta di diversi interventi, la cui lettura consigliamo caldamente rimandandovi all’articolo originale.

Intanto fatevi la bocca con questo!

# Ogni essere umano dotato dell’uso del linguaggio si esprime attraverso «frame», cioè quadri di riferimento, insiemi di immagini e relazioni tra concetti che strutturano il nostro pensiero, alcuni sin dalla primissima infanzia […] Nella comunicazione politica non c’è parola o frase che non inquadri un dato problema secondo la prospettiva ideologica di chi la usa. Ogni vocabolo porta con sé un mondo. Per esempio, imporre l’uso di «centrodestra» e «centrosinistra» al posto di «destra» e «sinistra» è stata un’operazione di framing che ha avuto conseguenze devastanti: a destra l’eufemismo è servito a legittimare soggetti lercissimi e fascisti nemmeno ripuliti; a sinistra ha imposto la credenza nella necessità di «spostarsi al centro» altrimenti… «non si vince».

Solo che, nella realtà concreta, il «centro» non esiste. Chi si dice «di centro» è in realtà di destra e fa cose di destra, vedi Casini, Monti, Montezemolo, adesso addirittura il postfascista Fini… E poi: chi «vince»? Per fare cosa? «Spostandosi al centro» non si fa altro che andare a destra (in cerca dei fantomatici «moderati») e di certo non si faranno politiche di sinistra.
Un altro esempio è il discorso sulla «sicurezza»: se, come accade ogni giorno, un politico usa nella stessa frase le parole «sicurezza» e «immigrazione», sta evocando nella mente di chi ascolta una comunità omogenea minacciata da una differenza proveniente dall’esterno, e questo è il quintessenziale framing di tutte le destre, in primis di quella fascista.


%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: