Tra l’ignoranza e l’imbecillità

Mi spiace, ma non posso sopportare la deriva populista ed antipolitica che l’Italia sta subendo. Sono convinto che sia effetto di una ignoranza galoppante che domina le menti degli italiani ed impedisce loro di analizzare, capire, proporre.

Faccio politica da molti anni. Non ghignate: non ho mai avuto ne mai chiesto qualsivoglia ruolo pagato di rappresentanza. Per me la politica è battermi per diritti e giustizia (che io considero tali) con le persone. Fremo ogni volta che sento dire che “i politici sono tutti uguali”. Uguali a chi?! Non è per caso, che il problema di fondo sia che sono uguali a chi li vota, ovvero a tutti noi?

E’ facilissimo attaccare chi fa politica. Ovvio che per tutti noi quelli “dell’altra parte” sono incompetenti, immeritevoli, nominati, ecc. ecc. Poi è sufficiente che uno “dalla nostra parte” non difenda un mio interesse specifico ed ecco che diventano “tutti uguali”. A questo punto ha gioco facile chi fa politica accusando i politici di essere la causa di tutti i mali: ciascuno può vedere “l’altra parte” e facilmente assentire. Molti possono veder sacrificato un loro interesse da parte di chi hanno votato ed assentire nuovamente. Ed ecco creata una maggioranza (o una forte minoranza) pronta ad affidarsi al nuovo moralizzatore che diverrà il rappresentante del prossimo futuro da condannare al prossimo cambio di vento.

Nessuno di costoro è più onesto o più pulito di chi li rappresenta: “chi è senza peccato scagli la prima pietra” dicevano; ma qui le pietre fioccano mentre si guardano solo peccati selezionati; e ben evidenziati da futuri politici che hanno tutto l’interesse a liberarsi degli attuali.

Soprattutto non sopporto chi dice “tutti i politici mi fanno schifo per cui non voto”, come se si potesse pensare di lasciare la società ingovernata! Non ti fidi? Fai bene: tieni gli occhi addosso ai tuoi rappresentanti perché non sgarrino! Non ti basta? Scendi in campo, proponi le tue idee, convinci abbastanza persone e cerca di dimostrare che è possibile fare meglio: magari chiedendo che ti tengano gli occhi addosso per impedirti di sgarrare!

Ma se non facciamo, non controlliamo e nemmeno decidiamo: stiamo solo spianando la strada per tutti coloro che vorranno decidere al posto nostro, senza nessun controllo e agevolati dalla mancanza di decisioni altrui. E’ già successo molte volte nella storia, ma purtroppo pare che l’uomo sia incapace di far tesoro dei suoi errori.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: