Grafomania megalomane disinformata

Giunge l’ennesima beffa della lettera che il sindaco dott. Giovanni Azzolini indirizza ai genitori firmatari della petizione per il ripristino delle condizioni minime di decenza nella refezione scolastica, in particolare per le scuole dell’infanzia.

Anziché rallegrarsi per la disponibilità dimostrata dall’utenza del servizio nel venire incontro all’incapacità dell’Amministrazione Comunale di far fronte ai propri doveri, si permette pure il predicozzo con “strumentalizzazioni, purtroppo avvenute, che portano la politica in ambienti non idonei”.

A  parete il fatto che i presunti “ambienti non idonei” sarebbero il Consiglio Comunale: e già qui si nota una certa confusione! Cosa intende dire signor sindaco?! Perché forse le scelte sulla salute e la nutrizione dei nostri figli, quando riguardano la collettività e l’incapacità dell’amministrazione comunale, non sarebbero politica?!

E cosa sarebbe la politica allora secondo lei: fare a pugni per la segreteria di un partito? Accaparrarsi le poltrone nei consigli di amministrazione? Modificare il territorio per favorire amici e compari? Me lo spieghi per cortesia, perché è chiaro che io e lei abbiamo un concetto molto differente su cosa sia la politica, non è chiaro però quale sia il suo!

Mi spieghi anche dove ha trovato il coraggio di affermare che “L’Amministrazione conferma che la qualità del servizio, intesa come insieme di prodotti erogati ai bimbi, è inalterata per grammatura quantità e qualità“. A parte che grammatura e quantità nella fattispecie sono modi diversi di definire lo stesso concetto (ma lei non è tenuto ad informarsi su ciò che dice prima di farlo, ne la carica le impone di evitare svarioni, anche se lo consiglierebbe); ma l’eliminazione delle materie prime biologiche secondo lei lascia inalterata la qualità dei cibi?!

Mi pare che in consiglio comunale abbia accampato scuse diverse: dicendo che nemmeno in famiglia il cibo biologico è molto diffuso. Questa è una motivazione che posso accettare – condividere no, anche alla luce de nuovo regolamento comunale che dice che “L’Amministrazione Comunale promuove, in accordo con le Istituzioni Scolastiche, iniziative atte a sviluppare una corretta educazione alimentare rivolta ai genitori ed agli alunni”  – ma quantomeno farci i conti si. Ma dire che la qualità non è peggiorata è una presa in giro: non ci venga a raccontare favole per cortesia, un minimo di pudore per dio!

E dopo aver giogioneggiato per metà Consiglio Comunale e per un terzo della sua lettera su una scelta (effettivamente poco felice) di un termine – “disidratazione” per definire una sete molto forte  – dopo di ciò lei, che mesi fa ha avuto il coraggio di inviarci a nostre spese una lettera in cui magnificava il suo operato nella svendita di un servizio pubblico di importanza primaria, se la sente, senza provare la minima vergogna, di chiudere dicendo che “Non si può speculare sui bambini!”.

Ma aveva provato a dirselo guardandosi allo specchio prima di regalare il Centro Cottura, pagato da dieci anni di contributi delle famiglie moglianesi, ad una azienda privata?! Ci aveva pensato prima di fare ironia sui lavoratori di Mo.Se. in cassa integrazione?

Ma dica la verità signor sindaco: non prova veramente mai nessuna vergogna a venirsene fuori con sparate di questo genere sapendo che saranno rese pubbliche?

E’ veramente convinto che il nostro comune sia abitato solo, o quantomeno in prevalenza, da idioti?!

Annunci

2 responses to “Grafomania megalomane disinformata

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: