Ma va?!

Tra il 2005 e il 2012 l’Istat segna un aumento del 20,2% per l’indice dei prezzi al consumo per le famiglie con la spesa media più bassa, che con tutta probabilità, semplificando, coincidono con i nuclei meno abbienti, i più poveri. Mentre per le famiglie con la spesa più alta il rialzo è del 16%: sono state quindi meno colpite.
Lo studio misura l’inflazione per classi di spesa: i comparti che hanno registrato un’inflazione più alta sono proprio quello energetico e alimentare, irrinunciabili per chi spende meno.

Televideo RAI 10 maggio 2013 ore 13.49, titolo “Istat: inflazione record per più poveri”

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: