Déjà vu

Traggo da il Mattino di Padova del 25 ottobre scorso: “Terremoto giudiziario per un’azienda del Comune di Verona […] la Guardia di Finanza ha notificato nove ordinanze di custodia cautelare, cinque ai domiciliari, quattro in carcere per dirigenti di Agec. […] Le ipotesi di reato, a carico degli arrestati, vanno dalle fattispecie di peculato, corruzione, e abuso d’ufficio a quelle di turbata libertà in procedure di appalto […] i provvedimenti che riguardano soprattutto gli appalti per la ristorazione e le mense scolastiche, vinti dalle ditte Serenissima Rti spa e Velox servizi srl“.

Ora per carità, lungi da noi voler fare di tutta l’erba un fascio! Ma certo questa cosa dell’amministrazione leghista, della ristorazione scolastica, dell’appalto con un  vincitore predefinito, dell’omonimia dell’azienda vincitrice, dei vantaggi evidentemente garantiti

Si, be’… Insomma: a noi qualcosa lo fa venire in mente. Ad esempio che in altre situazioni – solo vagamente simili! – la motivazione del prezzo di estremo favore è stata legata a crediti inesigibili che avrebbero dovuto essere coperti da un ente il cui commissario straordinario era lo stesso responsabile dell’ente appaltatore che riconosceva il deprezzamento del bene ceduto. Insomma

… Come una sorta di déjà vu diciamo

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: