Aita, aita: il Grande vecchio!!!

E’ stralunato il Gazzettino di Treviso in un articolo pubblicato oggi sotto al minaccioso titolo “Occupazioni di ZTL: c’è una strategia” dove si spiega che dietro gli assalti [sic!] c’è la regia dei [famigerati] No Global!

Non un movimento spontaneo, di ragazzi, ma la componente di un vero proprio movimento a respiro regionale, dalle gerarchie ben consolidate e con il quartier generale a Padova, nel centro sociale Pedro. […] Le occupazioni che stanno costellando la storia trevigiana recente sono pianificate a tavolino. Ztl è l’ingranaggio di un progetto che vuole portare un centro sociale in ogni grande città veneta e del Nordest. E che affonda le sue radici nel passato, in quella che un tempo era Autonomia Operaia, nell’interpretazione rigida del marxisimo, nel clima bollente degli anni Settanta. E che ha ancora a Padova la sua testa pensante. E non una testa qualsiasi, ma quella fine di Toni Negri, punto di riferimento per chi si riconosce in una sinistra al di fuori di ogni tipo di schema“.

Pedro, […] Al suo interno ci sono i capi di un movimento sfaccettato e complesso, capace di intercettare la naturale protesta di tanti giovani indirizzandola verso un obiettivo ben preciso: diffondere i centri sociali e le idee rivoluzionarie che li animano. Praticamente ogni mese convocano a Padova i rappresentanti dei collettivi […] Nulla viene lasciato al caso“.

Ci fermiamo qui con le citazioni per non spaventarvi troppo… Anzi no: la chiusa dell’articolo merita:

Ztl, che non si accontenterà di una generica sede delle associazioni come vorrebbe la giunta comunale. Ztl parla invece di uno spazio sociale, immagine che assomiglia molto a un centro sociale. Occupato.

Si noti per cortesia quel “Occupato.” isolato lì alla fine per sottolinearne la drammaticità.

Ed ora che torna il Grande Vecchio, i progetti rivoluzionari che non lasciano nulla al caso, eterodiretti da capi che si nascondono nella clandestinità di remoti quanto lugubri “Centri Sociali. Occupati.”, i ragazzi e le ragazze di ZTL inizieranno certamente a sentire puzza. Pare che gli avvoltoi girino sulle loro teste, forse in previsione dell’autunno caldo che sta iniziando.

Loro intanto proseguono ripulendo l’ex caserma Salsa finora lasciata al più totale degrado: intendono aprire al più presto una palestra sociale, una sala per concerti, l’osteria sociale per la cittadinanza.

Ma non fidatevi! Sotto a tutto questo sociale c’è il pauroso progetto del Grande Vecchio: infettare ogni città del nordest con un “Centro Sociale. Occupato.”

Tremate!

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: