Mutazioni genetiche e tare ereditarie

Dopo essersi adoperato per distribuire a destra e a manca fondi che molto probabilmente costituiranno un buco per la prossima amministrazione, il nostro attuale sindaco protempore dott. Giovanni Azzolini, insieme ai suoi accoliti padani, si sta sforzando di chiudere il cerchio operando esattamente come il virus che, provocando una mutazione genetica, espone la prossima generazione ad una serie di tare ereditarie.

Qui non ci si può distrarre un attimo (ero assente per lavoro), che ci si trova con un nuovo inserimento di geni mutanti in una catena di DNA cittadino predisposto per generare nuovi mostri. Gli ultimi sono ben due (più altri minori di cui magari parleremo in seguito).

Finalmente anche Mogliano avrà il suo PAT, sottotitola OggiTreviso l’articolo dedicato alle dichiarazioni di Boarina. Mi sia consentita una sottolineatura sarcastica di quel finalmente che implica un sollievo che sinceramente non proviamo: considerati gli estensori, la loro sensibilità e lungimiranza, e la fase di distribuzione a pioggia di favori nel disperato tentativo di accaparrasi una riconferma alle prossime elezioni pagata con i soldi dei cittadini moglianesi.

Mi limito ad una perla del vice protempore Giannino Boarina, che la dice lunga in merito alla difesa del territorio: “E’ un passo in avanti [fatto da chi staziona sull’orlo del baratro… N.d.R.] verso il futuro della città ed in esso sono riposte molta aspettative. Bisogna avere una visione delle scelte future. Quali nuove opere dovranno essere realizzate ( nuove strade, nuovi insediamenti valutandone il loro impatto sul territorio e sulla qualità della vita), cosa dovrà essere riqualificato cioè come dovrà essere il paese di domani“.

Non bastasse che la nuova amministrazione di Centro Sinistra si troverà a fare i conti con un PAT nato malamente (abbiamo avuto modo di valutarne a fondo le premesse catastrofiche a suo tempo), cresciuto pressoché in segreto e concluso in fase di sperpero pre-elettorale; non bastasse ciò ecco il secondo gene inserito nella catena malefica.

Ricordate il famigerato Direttore Generale, voluto a tutti i costi dall’attuale amministrazione un giorno prima dalla entrata in vigore della legge nazionale che ne vieta la nomina? Ma si dai: quello pagato cifre esorbitanti ricavate dai risparmi fatti sui pasti in mensa dei bambini delle scuole! Quello che ha il merito di aver fatto risparmi favolosi per il bilancio comunale riducendo l’interlinea delle comunicazioni ufficiali: sono certo che lo ricordate!

Ecco: quello lì era stato nominato dal sindaco con un contratto legato alla sua permanenza (fortunatamente temporanea) che ci avrebbe permesso di liberarcene finalmente insieme allo stesso protempore.

Lo schema è paradossale: il direttore generale decide la pianta organica del Comune; in quella pianta organica, approvata da Azzolini e dalla sua Giunta, si libera guarda caso un posto; questo posto, per pura coincidenza, fa proprio al caso suo, visto che, grazie al suo incarico fiduciario, ha conseguito un’esperienza e una conoscenza del Comune da lui diretto che nessun altro dipendente in mobilità, che quindi viene da altro Comune, potrebbe avere. A guidare la commissione selezionatrice ci sarà, oltretutto, l’ex direttore generale del Gris, che a lungo ha collaborato proprio con Favaron, oltre che col commissario del Gris e sindaco di Mogliano Azzolini“.

La chiarissima ricostruzione è fatta da Alberto Vianini, candidato alle primarie del Centro Sinistra, in una intervista pubblicata da OggiTreviso.

Come dite? “In fondo si tratta di un concorso pubblico“? Si, effettivamente il DG è un tantinello agevolato, ma potrebbe sempre trovarsi davanti candidati più qualificati (non sarebbe certo una cosa così stupefacente trovarne!). Dunque per sicurezza bando e scadenza per la presentazione delle domande sono state fissate ad agosto: per garantirsi il massimo di visibilità ed attenzione da parte di tutti i possibili candidati.

In questo modo è certo che insieme al PAT l’amministrazione di Centro Sinistra che vincerà le elezioni amministrative di maggio riceverà in omaggio anche il nuovo capo dell’ufficio contratti: non certo una figura secondaria nei meccanismi dell’Amministrazione Comunale.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: