Propaganda prossima ventura

Sfogliando l’albo pretorio scopro che il sindaco protempore dott. Giovanni Azzolini sta per adempiere ad uno degli ultimi obblighi del suo mandato, visto che a norma del «D.Lgs. n. 149 del 6 settembre 2011 ad oggetto “Meccanismi sanzionatori e premiali relativi a regioni, province e comuni, a norma degli articoli 2, 17 e 26 della legge 5 maggio 2009, n. 42” anche i Comuni sono tenuti a predisporre la relazione di fine mandato a firma del Sindaco, non oltre il novantesimo giorno antecedente la data di scadenza del mandato».

Fin qui nulla da ridire: ci auguriamo sia veramente l’ultimo (mandato) ed immaginiamo che questa relazione non entrerà eccessivamente nel dettaglio delle «azioni intraprese per il rispetto dei saldi di finanza pubblica […] situazione finanziaria e patrimoniale, anche evidenziando le carenze riscontrate nella gestione degli enti controllati dal comune […] indicando azioni intraprese per porvi rimedio; […] affiancato da indicatori quantitativi e qualitativi relativi agli output dei servizi resi […] quantificazione della misura dell’indebitamento»; o se lo farà sarà come di consueto a modo suo.

Nella determinazione n. 1060 del 31-12-2013 (da cui sono tratte le citazioni precedenti e successive) il nostro attentissimo amministratore riscontra un limite della legge nazionale (uno dei tanti di cui si lamenta da sempre) ovvero «che lo schema che dovrà essere utilizzato per la pubblicazione della relazione sul sito istituzionale dell’Ente, come previsto dalla legge, può risultare, per certi aspetti, di non agevole lettura per i cittadini». E non sia mai che i cittadini di Mogliano possano riscontrare delle difficoltà a godere di un diritto che la legge prevede per loro; soprattutto se il godimento di tale diritto darà modo al sindaco protempore dott. Giovanni Azzolini di curare con attenzione la comunicazione di luci ed ombre del suo mandato per corroborare la sua campagna elettorale.

Ecco dunque che riscontrato il limite della legge il sindaco protempore si erge a paladino del diritto dei cittadini di essere informati e prontamente interviene facendo stanziare € 2.135,00 dal bilancio comunale imputati sul Cap. 9003, art. 112 (1.01.01.03) “SPESE PER COMUNICAZIONE ED INFORMAZIONE (D.L. 78/2010 ART. 6 C. 8)” per provvedere alla «predisposizione e stampa di un pieghevole, i cui contenuti verranno forniti dall’ufficio del Sindaco, da distribuire, sempre a carico della ditta, alle famiglie moglianesi».

Considerato che ciascuno di noi moglianesi ha contribuito con circa 10 centesimi di euro  (per carità: si tratta di cifra che possiamo permetterci, anche se sul sito del comune con il modello nazionale ce la saremmo risparmiata) alla possibilità di ricevere questa informazione trasparente, veritiera e certamente oggettivarestiamo in trepidante attesa di vedere come il nostro sindaco protempore dott. Giovanni Azzolini saprà superare i limiti di una legge (arcaica ma parsimoniosa) per rendere tale comunicazione di agevole lettura per tutti i cittadini, pur se a costo di un piccolo sacrificio (nostro).

Ed improvvisamente mi sorge un atroce dubbio: visto che il novantesimo giorno antecedente la scadenza del suo mandato è già trascorso, non è che la trasparente ed agevole missiva sia quella che ha raggiunto capillarmente nei giorni scorsi le nostre case?!

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: