La nostra bacheca

bacheca
Questo è da oggi il contenuto della nostra bacheca, grazie ad un esposto della candidata sindaco del Movimento 5 Stelle che ha contestato l’esposizione di materiale elettorale al di fuori degli spazi assegnati.

Non conosco sufficientemente la legge per sapere se le dia torno o ragione (e non ho certo i soldi per interpellare un avvocato!), si tratta in ogni caso – pare – di una legge del 1975, e ricevuta la segnalazione per sicurezza ci siamo adeguati: non potremmo permetterci nemmeno un’ammenda e tantomeno una causa.

Ritengo però che se questo è il modo di far politica dei pentastellati moglianesi, ci sia qualcosa di decisamente bacato: se avessero messo nella discussione del loro programma la metà delle energie che destinano a cercare di fare le pulci alla campagna degli altri (tra l’altro indiscriminatamente, ma con una predilezione per quella della sinistra) sarebbero forse riusciti a allineare qualche bozza di idea.

Non solo: questo significa penalizzare solo coloro che non sono abbastanza ricchi da potersi permettere vetrine in piazza con il loro faccione sorridente.

Penso anche che nessun cittadino elettore di buon senso si auguri che l’informazione su candidati e liste sia ridotta al minimo indispensabile ed aggiungo che non tutti sono abituati ad usare internet o facebook, ma anche fosse non è chiaro perhè tale legge non dabba riguardare anche i blog (come questo) o le pagine facebook…

Viva i 5 Stelle: che hanno trovato il modo per ripristinare la censura del 1975 anche nelle elezioni di Mogliano del 2014. E molti complimenti a questi alfieri della la libertà!

Annunci

2 responses to “La nostra bacheca

  • Roberto Coletti

    Come si chiama questa “signora” ?
    almeno per tirarle un po’ di letame “biologico” al prossimo comizio 5 stelle…

    • valottof

      Ho fatto nome e cognome della candidato sindaco dei grillini e non l’avessi fatto nono servirebbe soverchia filosofia per ottenerlo. Non ho intenzione di lanciare letame: biologico o legale che sia. Si tratta di pratiche che non mi si addicono: le lascio a lor signori. Io ho telefonato alla Polizia Locale e sono andato ad assumermi le mie “terribili resonsabilità” (brrrrrr) ed a chiedere se – come immagino – i faccioni in vetrina resteranno lì.. Risponderò all’inane legalitarismo dei pentastellati con un’analisi delle loro carenze di idee. La signora Manes ha come meriti:
      1) di aver spaccato il movimento dei genitori appoggiando la politica di svendita del pubblico dell’attuale sindaco leghista sul problema della refezione scolastica
      2) di aver scambiato i questionari invalsi per dei test psicologici (ci sono le crocette quindi sono test!)
      3) Di essere la prima persona al mondo a presentare una lista con un unico candidato (lei) che è riuscita a non raccogliere nemmeno tutti i voti dei suoi parenti
      4) di aver scoperto che il Consiglio comunale è aperto al pubblico e che il 25 aprile è la festa della liberazione dal nazifascismo nel 2014

      Non ho ancora avuto il tempo di verificare quali siano le loro proposte per prevenire le scie chimiche e l’invasione da parte degli alieni, ma mi ci dedicherò presto

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: