Archivi categoria: Dubbi

Sarcasmo o paura?

“Promuovere la crescita sostenibile e la creazione di posti di lavoro,assicurando la responsabilità dei conti pubblici, è una sfida comune all’interno dell’Unione europea. La Commissione europea è pronta a continuare ad assistere la Grecia a ottenere questi risultati”. E ancora “Attendo di lavorare con te per il benessere della Grecia e dell’Unione europea”.

A scrivere queste rassicuranti parole ad Alexis Tsipras è il presidente della Commissione europea Juncker

Annunci

Ma forse sono io che ho difficoltà a capire…

Mi pareva che avessero detto che il Jobs Act non comprimeva diritti ed era fatto per il lavoro…

Ora leggo su Televideo RAI le dichiarazioni del sottosegretario all’Economia, Zanetti, di Scelta Civica, a proposito dell’applicazione del Jobs Act, in risposta alle dichiarazioni del ministro Poletti secondo il quale questo non si applica alla Pubblica Amministrazione: “Trovo francamente sconcertante questo affannarsi di alcuni ministri nel negare l’applicabilità dei decreti sul lavoro al pubblico impiego […] Certi distinguo discriminano i privati ingiustamente“.

Ma quando usa i termini “discriminano” ed “ingiustamente”, si riferisce – coerentemente con le politiche del governo di cui fa parte – ad una discriminazione positiva? In altri termini: lamenta il fatto che non è giusto che i lavoratori del privato possano godere delle magnifiche sorti e progressive avviate dal Jobs Act?!

Oppure s’è lasciato sfuggire che di riffa o di raffa la fregatura è sempre per gli stessi?!


E da chi li applaude?

Boldrini plaude “alla battaglia di civiltà” della mamma di Federico e auspica che dopo i vertici della polizia, i sindacati “prendano le distanze e mettere all’angolo questi agenti che intendono il loro lavoro in modo strano”

Non sarebbe il caso che chi ha applaudito venga quantomeno messo in condizioni di non potersi comportare allo stesso modo?!


La vedo dura!

Alfano: “Va riportata legalità a Roma

Ahhhh: ma poi precisa a cosa si riferisce!

Un piano speciale per Roma, contro lo spaccio e la delinquenza, il commercio abusivo, il degrado urbano, la violenza della “movida” e di alcuni cortei.

Così di primo acchito pensavamo si riferisse alle assunzioni all’ATAC o in Comune, al voto di scambio in provincia, regione e Parlamento, alle case dei ministri e così via…


Tutto fa brodo (cretini compresi)

ragazza calpestata roma-2Televideo RAI «Il ministro dell’Interno Alfano definisce “inaccettabili gli attacchi di questi giorni alla polizia“, dopo gli incidenti di sabato scorso al corteo per la casa, a Roma.
Noi siamo dalla parte degli uomini e delle donne in divisa che difendono il Paese ogni giorno“,dice Alfano mostrando le foto di manifestanti che “tentano di saccheggiare il centro di Roma“.
Non vorremmo che ci costringessero a vietarne l’accesso a queste manifestazioni“.Si dice poi “contrario al codice identificativo per le forze dell’ordine“»

Poche righe nelle quali:

  1. Riesce a far sparire il comportamento violento di agenti di polizia stigmatizzato (sebbene limitandosi ad un “cretino”) persino dai suoi vertici
  2. Cerca – per contro – di criminalizzare in maniera indiscriminata i movimenti parlando addirittura di saccheggio di Roma. E non si riferisce alla giunta Alemanno
  3. Mostra l’intenzione evidente (non vorrei che…) di vietare le manifestazioni. Sulla base di quali discriminanti? No, perché se la norma fosse “guidate da pregiudicati” se ne farebbero ben poche: soprattutto tra i principali partiti della destra, ma non solo….
  4. Rinnova la decennale omertà che impedisce di attuare una norma minima di civiltà e responsabilità: la possibilità di riconoscere gli agenti che si macchino di atti di violenza inaccettabili. In questo modo rivendicando di fatto la complicità con torturatori e picchiatori presenti (purtroppo) tra le forze dell’ordine

Complimenti davvero: era da Scelba che ci mancava un Ministro dell’Interno così democratico! Il suo Presidente del Consiglio condivide?


Hanno potenziato i server mail della Presidenza del Consiglio?

«Rivolgendosi a insegnanti e alunni, il premier ha detto: Se c’e’ qualcosa che non va, poi me lo segnalate alla casella mail matteo@governo.it»


Eppure mi pare mi ricordi qualcosa….

Andrea Zuino, uno dei portavoce del cosiddetto “Movimento 9 dicembre”, quello che vuole abbattere la casta, magari sostituendola con un esponente delle Forze Armate e che lotta contro tutti i partiti politici è intervistato su la Repubblica:

“Vogliamo le dimissioni del governo. Vogliamo la sovranità dell’Italia, oggi schiava dei banchieri, come i Rotschild: è curioso che 5 o 6 tra i più ricchi del mondo siano ebrei, ma è una cosa che devo approfondire”.

Sono quasi sicuro che mi ricordi altri inizi questa frase…


%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: